Valori

10 miti sull'infertilità maschile

10 miti sull'infertilità maschile



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'infertilità è l'incapacità di rimanere incinta dopo più di dodici mesi di tentativi e colpisce circa il 15 per cento delle coppie. All'interno di quella percentuale, tra i Il 30 e il 35 per cento è dovuto a cause maschili, la stessa percentuale per cause femminili e il resto per entrambe o per ragioni sconosciute. Tuttavia, l'infertilità maschile è stata a lungo un argomento tabù per gli uomini e anche per le donne.

Proprio per questo il soggetto è stato oggetto di creazione di molti miti, alcuni veri e altri falsi. Per questo il dott.Alberto Pacheco, direttore del Laboratorio di Andrologia IVI, ha risposto alle dieci domande più comuni che gli uomini gli pongono nella consultazione quando hanno figli, con l'obiettivo di smantellare i miti che normalmente si perpetuano sul fertilità maschile.

1- L'infertilità maschile è un problema psicologico. FALSO

Nella stragrande maggioranza dei casi, non lo è. Fondamentalmente, è un problema fisico, che è causato o da una cattiva funzione testicolare, o da problemi anatomici o urologici di altro tipo. Quando è dovuto ad un'alterazione del primo tipo, questo di solito fa sì che ci siano meno spermatozoi del normale nell'eiaculato, una produzione di sperma con alterazioni funzionali (come bassa mobilità degli spermatozoi, per esempio) o addirittura una totale assenza di essi . Anche così, in una percentuale di uomini possono esserci problemi psicologici che impediscono o ostacolano un corretto rapporto sessuale. Un esempio sono i problemi di erezione.

2. Alcuni farmaci possono causare infertilità. SICURO

Esistono infatti alcuni farmaci, soprattutto quelli utilizzati nel trattamento del cancro, che alterano parzialmente o permanentemente la funzione testicolare e, quindi, la produzione di sperma. Attualmente, ci sono mezzi per i malati di cancro per congelare il loro sperma prima della chemioterapia in modo che non siano colpiti.

3. L'astinenza sessuale migliora la fertilità. SICURO

È vero che l'astinenza sessuale, a seconda della sua durata, influenza la quantità e la qualità dello sperma presente nell'eiaculato. Quando l'astinenza è inferiore a un giorno, gli eiaculati possono essere generati con un numero inferiore di spermatozoi, mentre l'astinenza prolungata (quelli di più di una settimana) può causare una diminuzione della loro mobilità. Pertanto, per analizzare la qualità dello sperma di un uomo mediante un'analisi del seme, l'Organizzazione mondiale della sanità consiglia di farlo dopo un periodo di astinenza compreso tra due e sette giorni.

4. L'aumento della temperatura dei testicoli influisce sulla fertilità. SICURO

I testicoli sono separati dal resto del corpo, uniti solo dalla sacca scrotale, proprio per mantenere una temperatura di due gradi inferiore a quella del resto. Per questo motivo l'aumento prolungato e costante della temperatura nei testicoli, ad esempio dall'uso abituale di biancheria intima aderente o dalla costante esposizione al calore per motivi lavorativi o professionali, influisce sulla produzione di sperma.

5. La dieta o lo stile di vita influenzano la fertilità. SICURO

L'elevato consumo di alcol, tabacco e droghe, nonché cattive abitudini alimentari, influisce in modo significativo sulla fertilità, riducendo non solo la quantità di sperma ma anche la sua qualità. Allo stesso modo, ci sono alcuni alimenti o sostanze nutritive con un'elevata attività antiossidante (come i frutti rossi e le vitamine C ed E, tra gli altri) che possono contribuire in una certa misura a migliorare la qualità dello sperma. Tuttavia, da un punto di vista scientifico è difficile quantificare l'effetto specifico di ciascuno di questi nutrienti sull'aumento della fertilità maschile.

6. Alcuni sport a rischio possono causare infertilità. FALSO

Sebbene possa accadere, non deve necessariamente accadere. La pratica di questi sport a rischio o qualsiasi altra attività fisica può causare infertilità solo quando provoca danni o lesioni ai testicoli o al sistema riproduttivo maschile. Eccezionalmente può verificarsi negli atleti professionisti, come nel caso dei maratoneti o di altri professionisti altamente competitivi, in cui sono disponibili studi conclusivi sulla relazione.

7. Lo stress influenza la produzione di sperma. SICURO

In una certa misura può influenzare. Le situazioni di stress hanno un impatto sull'attività ormonale e questo a sua volta regola la funzione testicolare, che può effettivamente ridurre la produzione di sperma.

8. L'età è un fattore determinante per la fertilità. SICURO

L'età negli uomini non è decisiva come nel caso delle donne, poiché la produzione di sperma viene mantenuta fino a età abbastanza avanzate. Anche così, viene descritto che, con l'aumentare dell'età, la produzione di sperma diminuisce negli uomini. Inoltre, ci sono alcuni parametri funzionali o genetici che possono essere influenzati anche dall'età.

9. L'infertilità è ereditata. SICURO

Quando l'infertilità è di origine genetica, come nelle mutazioni o microdelezioni che colpiscono i geni legati alla produzione di sperma, i problemi di fertilità possono essere ereditati e, a loro volta, trasmessi ai bambini.

10. La vasectomia ti rende sterile. FALSO

Dopo la vasectomia, lo sperma non esce nell'eiaculazione, il che elimina quasi il 100 percento della possibilità di gravidanza, ma sei ancora fertile. È una tecnica di controllo delle nascite semplice e molto efficace. L'unico inconveniente è che l'inversione non è sempre efficace in tutti gli uomini.

Grazie al dottore Alberto Pacheco, direttore del Laboratorio di Andrologia IVI.

Marisol New.

Puoi leggere altri articoli simili a 10 miti sull'infertilità maschile, nella categoria Problemi di fertilità in loco.


Video: 13 Diagnostica per Lui Spermiogramma e Spermiocultura (Agosto 2022).