Valori

La siesta: un piacere e una necessità per i bambini

La siesta: un piacere e una necessità per i bambini


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sappiamo tutti che sia il cibo che il sonno sono essenziali per il corretto sviluppo del bambino. Oltre al sonno notturno, il pisolino, oltre a calmare la sonnolenza causata dalla digestione del cibo, permette ai nostri bambini di ricaricare le batterie e rilassarsi. Inoltre, la siesta consente anche una piccola pausa per i genitori, a mezzogiorno, dopo le fatiche della giornata.

A volte, con l'incorporazione dei nostri figli in orari scolastici fissi o impegni familiari impegnati, l'accesso a questa sana abitudine diventa difficile, sebbene sia gli insegnanti che i genitori siano sensibili al bisogno che i nostri piccoli scolari (dai 3 ai 5 anni) devono godere di un poco sonno serale.

Altre volte sono i bambini stessi che si ribellano e non vogliono fare un pisolino perché non riescono ad addormentarsi, oppure sono i genitori che ritengono che il pisolino possa interferire con il sonno notturno e, di conseguenza, prolungare le ore di veglia del figlio .

Tutti i genitori sanno quanto sia fondamentale quel momento magico, quasi sacro della notte in cui i bambini sono già a letto e noi ne approfittiamo per fare tutto quello che abbiamo in sospeso o, semplicemente, per sdraiarci sul divano per parlare, leggere o guardare la tv.

Recentemente, alcuni esperti del sonno hanno presentato uno studio completo sul sonnellino e sui suoi risultati. In questa presentazione, si è concluso che i bambini che hanno l'abitudine di sonnecchiare sviluppano maggiori prestazioni psicosociali.

Lo studio rivela che i bambini che non hanno fatto un pisolino dopo aver mangiato hanno avuto molti più sintomi di iperattività, ansia e depressione rispetto a quelli che hanno fatto, anche se il numero totale di ore di sonno in 24 ore era lo stesso. Questo studio conferma l'opportunità dei nostri bambini in età prescolare di fare un pisolino, continuando l'abitudine che hanno iniziato quando erano bambini in modo naturale: fare un pisolino dopo aver mangiato o dopo un'intensa attività.

Anche se dormono poco o addirittura non si addormentano, la semplice interruzione temporanea delle attività della giornata è già per loro un benefico riposo. Questo breve tempo che i bambini trascorrono rilassandosi, riflettendo, immaginando, tacendo o guardando una storia sarà altrettanto utile.

Quindi, quando possibile, dovremmo incoraggiare i nostri figli a praticare il nostro "sport nazionale", ovvero un pisolino dopo aver mangiato. Questo piccolo periodo di riposo è importante per migliorare le prestazioni dei bambini durante il giorno e sicuramente anche una breve pausa dalla vita frenetica dei genitori.

Patro Gabaldon. Editore del nostro sito

Puoi leggere altri articoli simili a La siesta: un piacere e una necessità per i bambini, nella categoria del sonno dei bambini in loco.