Punizioni

Il cervello del bambino non impara quando gli urlano contro

Il cervello del bambino non impara quando gli urlano contro



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Così come chi alza la voce non ha più ragione, chi grida non otterrà risultati migliori. Non molto di meno. Forse l'opposto. Il grido può avere due origini: o una perdita di pazienza o perché crediamo fermamente che generi autorità e disciplina. Ma non importa quale sia l'origine. In entrambi i casi sono inutili.

Spieghiamo (scientificamente) perché urlare non serve come modello di educazione. È più: il cervello del bambino non impara quando gli urlano contro.

Le urla sono come lance, come dardi avvelenati. Forse pensiamo che il bambino reagisca a loro perché "impara la lezione", e non lo è. Reagisci perché fa male e perché hai paura. Reagisce perché gli hanno appena fatto del male e non vuole che lo facciano di nuovo. Ma non impara. Il tuo cervello va in crash.

Potremmo spiegare la versione "educativa" del motivo per cui il bambino obbedirà solo quando urla per paura e non per rispetto o empatia. Ma c'è una ragione ancora più potente per cui decidi di eliminare le urla dalla tua vita: una ragione chimica. Questa è la spiegazione e le tante ragioni che la scienza ci dà per cercare di evitare di urlare ai nostri figli:

1. Il cervello impara meglio in un ambiente sicuro e protezione. E non solo i bambini. Numerosi studi hanno dimostrato che anche gli adulti lavorano e ottengono risultati migliori in un ambiente "amichevole", dove il rispetto prevale sulle urla.

2. Prima delle urla, si attiva l'emozione della paurae questo blocca un'area dell'amigdala che impedisce il passaggio di nuove informazioni. L'amigdala, ricorda, è responsabile, tra le altre cose, della regolazione delle emozioni. Li immagazzina e li regola (sì, quel magazzino pieno di cartelle che mostrava il film "Inside Out"). Secondo Justin Feinsten, uno scienziato dell'Università dell'Iowa (USA), quando l'amigdala rileva un pericolo (come urlare), attiva una risposta che ci allontana dalla minaccia.

3. Quando urla, il cervello attiva una sorta di "modalità di sopravvivenza". L'area del sistema limbico dove si trova l'amigdala, dispiega una sorta di "scudo" per proteggersi dalle urla.

4. Urlare colpisce direttamente l'amigdala. L'amigdala è come una "sentinella delle emozioni", responsabile dell'attivazione della vigilanza o del buon senso in noi, o dell'ordine di "fuga" in caso di pericolo. Lo fa attraverso neurotrasmettitori che attivano sostanze come dopamina, adrenalina, glucorticoidi ...

5. L'amigdala è anche responsabile della conservazione dei ricordi legati alle emozioni. Le urla genereranno ricordi negativi nella memoria. E sì, secondo le conclusioni di numerosi studi neuroscientifici, l'amigdala gioca un ruolo importante nell'apprendimento durante l'infanzia.

E bene. Non significa che non puoi urlare. Puoi farlo, sì, come un modo per sfuggire al tuo stress, alla tua angoscia, come sfogo vitale. Ma non come arma educativa. Non davanti ai bambini. Puoi aprire la finestra e urlare. Puoi scalare una montagna e urlare. Rilasci le paure, le paure e rilasci la rabbia e lo stress accumulati. Di fronte ai tuoi figli, fai un respiro profondo, conta fino a 10 e cambia l'urlo con qualcosa di più efficace e istruttivo.

Ci sono molti altri metodi educativi positivi a vantaggio dell'apprendimento dei bambini. Non servono come mezzo per sfuggire al nostro stress, ovviamente. Richiedono impegno e molta pazienza da parte dei genitori:

- Educazione emotiva
Un bambino capace di gestire le proprie emozioni in ogni situazione è un bambino felice, capace di far fronte a situazioni di stress o conflitto. Se istruisci le emozioni di tuo figlio, sarà più facile per te imporre regole e limiti.

- Tecnica sandwich
È una tecnica educativa positiva che consiste nell'esporre le qualità positive del bambino prima di chiedere un cambiamento nel suo comportamento, terminando con parole positive di fiducia in lui per rafforzare la sua autostima.

- Guadagnarsi il rispetto dei bambini
Non devi urlare per guadagnarti il ​​rispetto dei bambini. Bastano disciplina e autorità, ma senza urla o minacce.

- Genera più empatia in loro
L'empatia gli farà capire perché chiediamo loro una cosa o un'altra. Sapranno come "leggere" le nostre emozioni e capire perché a volte possiamo essere stressati e perdere i nervi.

- Costruisci una solida base di regole e limiti
Una buona base di regole e limiti farà sì che i bambini obbediscano senza gridare, poiché avranno assunto ciò che non possono fare in nessuna circostanza.

8 conseguenze fatali di urlare ai bambini. Urlando ai bambini, stiamo facendo loro molto più male che bene. Scopri quali conseguenze ha l'educazione negativa urlando per i tuoi figli e considera alcuni strumenti alternativi che propongono una comunicazione positiva.

Educa senza urlare seguendo il metodo Montessori. Il metodo Montessori ti dà alcune chiavi in ​​modo che tu sappia come educare i bambini senza urlare o perdere la pazienza. I bambini devono essere posti dei limiti, ma con rispetto. Pertanto, ti diamo alcune chiavi in ​​modo che l'educazione e l'educazione dei tuoi figli sia più rispettosa.

10 chiavi per NON urlare ai bambini. Ti diamo le chiavi per evitare di urlare ai bambini. L'insegnamento non deve passare attraverso le urla, poiché è dimostrato che non esercitano alcun aspetto positivo sull'educazione dei bambini.

Motivi per evitare di urlare ai bambini. Vi diciamo perché non dovremmo urlare ai nostri figli. Anche la persona più paziente, calma e raccolta a un certo punto ha perso la pazienza per il comportamento scorretto del bambino e si è ritrovata a urlare ai suoi figli per rimproverarli.

Come riparare il danno arrecato ai bambini urlandogli contro. Rabbia incontrollata, poca pazienza, stress o stanchezza fanno sì che i genitori a volte paghino con i loro figli per i nostri problemi, che affrontiamo la nostra giornata con rabbia e che finiamo per urlare e dire frasi ai nostri figli che danneggiano la loro autostima. Sul nostro sito ti diciamo come risolverlo.

Puoi leggere altri articoli simili a Il cervello del bambino non impara quando gli urlano contro, nella categoria Punizioni in loco.


Video: I 10 segreti che usano i genitori leader per crescere figli sicuri di sé. (Settembre 2022).