Disordini mentali

Epilessia infantile

Epilessia infantile


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il epilessia è un disturbo intermittente del sistema nervoso, che colpisce l'1% dei bambini e caratterizzato da convulsioni o convulsioni. La maggior parte dei bambini affetti da questa malattia può condurre una vita "normale e sana". Sebbene il suo nome possa impressionare molti genitori, la maggior parte delle epilessie infantili progredisce bene e sono dovute al trattamento.

È un malattia neurologica in cui l'azione delle scosse elettriche colpisce i neuroni cerebrali dei bambini, innescando le cosiddette crisi epilettiche. Questi attacchi possono essere dovuti a fattori ereditari, malattie infettive come meningite ed encefalite, problemi in gravidanza o traumi cranici.

Il cervello è costituito da cellule chiamate neuroni, che comunicano tra loro tramite impulsi elettrici. Questi impulsi ci inducono a compiere movimenti volontari o a ricevere sensazioni dal mondo che ci circonda.

Il crisi epilettiche sono prodotti da scariche disorganizzate di impulsi elettrici in gruppi di neuroni. Se l'alterazione dei neuroni si trova in un punto del cervello, di solito porta a convulsioni focali.

Quando c'è un'eccitabilità generale del cervello nel suo insieme, dà origine a convulsioni generalizzate, in cui un'evidente anomalia nel cervello di solito non si trova e forse a causa di un'anomalia nella regolazione della comunicazione delle cellule cerebrali, forse ereditaria, di origine genetica.

È importante sapere che molti degli episodi apparentemente critici non sono epilessie. Le convulsioni febbrili o gli spasmi di singhiozzo non entrano in epilessia. Un bambino ha l'epilessia quando:

- Hai due o più crisi senza chiari fattori scatenanti (febbre, per esempio).

- Perdere conoscenza, presenta brevi assenze o sospensioni momentanee dell'attività cosciente manifestate ripetutamente.

- Presenta violente contrazioni muscolari, con scatti di uno o più gruppi muscolari.

- Presenta alterazioni orali, nausea o sudorazione eccessiva, accompagnati da movimenti anormali.

Per poter diagnosticare correttamente una crisi epilettica, è essenziale, come spiegato nel rapporto 'Epilessia nell'infanzia e nell'adolescenza' condotto da P.Tirado Requero, M. Alba Jiménez, del Servizio di neurologia infantile dell'Ospedale Universitario La Paz (Madrid ), "conoscere quali sono le diverse manifestazioni cliniche con le quali si può manifestare una crisi e quindi poter fare una diagnosi differenziale adeguata con altri quadri clinici di diverso valore prognostico".

L'epilessia può essere curata ei nuovi farmaci migliorano la qualità della vita delle persone colpite dalla malattia. Fortunatamente, la maggior parte dei bambini con esso può essere controllata con farmaci antiepilettici.

Eccezionalmente, si verificano convulsioni resistenti a più trattamenti e, a volte, richiedono approcci diversi come la chirurgia, un tipo di dieta che il medico consiglierà o l'impianto di un pacemaker nel nervo vago. I fattori noti per scatenare un attacco in un bambino particolare, come la televisione, i videogiochi o le luci da discoteca, dovrebbero essere evitati.

Alcuni casi di epilessia infantile si risolvono da soli nel tempo, mentre la maggior parte necessita di cure. Per confermare una diagnosi di epilessia Avrai bisogno di un EEG, una scansione e una risonanza magnetica.

I farmaci possono controllare le convulsioni nella maggior parte dei bambini. Di solito sono commercializzati sotto forma di compresse, sciroppo o capsule. Il tuo bambino potrebbe avere disturbi di stomaco per i primi giorni o settimane dopo l'inizio del trattamento. Qualsiasi disagio che il bambino avverte durante questo periodo deve essere segnalato al medico.

Ci sono molti fattori che possono causare convulsioni Nei bambini. In 7 casi su 10 non è possibile identificare la causa, nel resto si può scoprire:

- Problemi di sviluppo del cervello durante la gravidanza.

- Mancanza di ossigeno durante o dopo il parto.

- Lesioni alla testa.

- Tumori cerebrali (rari nei bambini piccoli).

- Una convulsione febbrile molto prolungata.

- Encefalite o meningite.

- Casi di epilessia nei parenti.

A parte questo, all'inizio di un attacco di epilessia infantile possono farlo influenza i cambiamenti del tempo, i cambiamenti del ciclo lunare, mancanza di sonno e alterazioni del riposo notturno, tutti fattori che aumentano le possibilità di soffrire di crisi nei bambini già predisposti a questa malattia neurologica.

Puoi leggere altri articoli simili a Epilessia infantile, nella categoria dei disturbi mentali in loco.


Video: Cosa fare in caso di crisi epilettica (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Mosida

    Chi può aiutarmi a capirlo in modo più dettagliato?

  2. Tausho

    Mia madre mi ha detto: "Vai dai ginecologi: le tue mani saranno calde per tutta la vita". L'espressione "piacevole all'occhio" è stata pensata dal ciclope.

  3. Gazilkree

    Incomparabilmente)))))))

  4. Stocleah

    Servire, gente, tutte buone azioni! buon Natale a te! cari e che il nuovo anno sia successo e felice!

  5. Yoskolo

    that we would do without your excellent sentence

  6. Kenric

    Grazie. L'ho letto con interesse. Blog aggiunto ai preferiti =)



Scrivi un messaggio